La ricerca

La ricerca é quel lavoro lento e minuzioso che consiste, a partire da un unico nome, quello del defunto, nell’ottenere una lista completa degli eredi. Stato civile, censimenti di popolazione, archivi del registro, indagini locali, sono alcuni dei mezzi cui ricorre il genealogista per ricostruire l’albero genealogico nella sua realtà legale e non solamente nell’accezione che ne hanno i contemporanei.

Si tratta per lui non solo di ritrovare gli eredi viventi, ma anche di assicurarsi che non ne esistano altri, dimenticati o ignorati.

Il suo lavoro lo obbliga dunque a ritornare indietro nel tempo e a ripercorrere il cammino delle famiglie nello spazio.

Il contratto con l’erede

Lo studio firma un contratto di rivelazione di successione con l’erede, nel quale gli rivela che egli ha dei diritti da far valere in una successione che l’erede riconosce di ignorare.

Questo contratto fissa i nostri onorari in funzione del grado di parentela.

Gli Archivi Genealogici Andriveau sosterranno tutti i rischi finanziari e, in caso di insuccesso per qualunque motivo – in particolare in caso di intervento di un erede più prossimo, di testamento che diseredi l’erede o di debiti che assorbano l’attivo –, gli Archivi Genealogici Andriveau assumeranno tutte le spese anticipate, qualunque ne sia l’ammontare, e sosterranno a loro carico un eventuale deficit successorio in modo che l’erede non debba mai anticipare né pagare nulla.

L’erede puo’ rivolgersi al proprio notaio per essere rassicurato sulla legittimità di un tale intervento.